Edilizia convenzionata nella città antica: un progetto mancato

04/03/2020

Cosa intendiamo con edilizia convenzionata? Indichiamo in questo modo tutti i progetti di edificazione ex novo o restauro/ristrutturazione di patrimonio edilizio mediante partenariato pubblico/privato finalizzati alla vendita o alla locazione di alloggi a residenti ad un prezzo calmierato.

La realizzazione delle abitazioni viene, solitamente, finanziata con la cessione da parte dell’Amministrazione comunale di diritti di edificazione, agevolazioni urbanistiche, alle ditte esecutrici o alle società che gestiscono le proprietà.

Nel Comune di Venezia l’edilizia “convenzionata” ha visto un laboratorio di sperimentazione già à metà degli anni ‘90: le amministrazioni che governano la città provano a far partire alcuni progetti per agevolare l’acquisto o la locazione di alloggi da parte di nuclei familiari della cosiddetta “classe media”, con un reddito troppo alto per accedere ai bandi di edilizia residenziale pubblica (ERP - vedi) ma troppo basso per poter accedere agli alloggi in vendita o in locazione nel mercato libero.

Nonostante queste premesse, solo una minima parte degli alloggi di edilizia convenzionata si è mai tradotto in realtà. In molti casi, alle dichiarazioni mezzo stampa non è mai seguita una pianificazione concreta. In altri, anche quando il progetto è stato finanziato con soldi pubblici e/o concessioni, gli alloggi a prezzi calmierati sono stati gradualmente ridotti o sono scomparsi del tutto dal progetto realizzato.

Come Osservatorio civico, abbiamo ritenuto indispensabile tenere i riflettori accessi su queste dinamiche, soprattutto per alimentare una cultura di trasparenza e monitoraggio civico costante, che faccia pressione ai nostri amministratori affinchè tengano fede alle promesse - o almeno siano scoraggiati dal fare dichiarazioni poco concrete. Per questo motivo, in questa pagina abbiamo avviato una raccolta e presentazione dei dati sui progetti di edilizia convenzionata annunciati e realizzati dal 2000 ad oggi. Troverai schede sulla storia dei singoli progetti, come anche visualizzazioni dati riassuntive. Si tratta di un progetto di monitoraggio che non ha la pretesa di essere completo e definitivo, quanto uno stimolo di riflessione e un invito ad aiutarci nel tenere gli occhi aperti.

✼ Come aiutarci

Trattandosi spesso di progetti annunciati e mai realizzati, in alcuni casi manca qualsiasi documento pubblico sul progetto ed è quindi difficile ricostruire i numeri completi di tutti i casi. Questo vuol dire che:

  • le cifre che trovi qui sotto sono solo indicative e approssimate, servono per rendere l'idea del fallimento dell'edilizia convenzionata fino ad oggi, più che ad essere citate come cifre definitive;
  • puoi utilizzare il form in fondo alla pagina (o scriverci una mail, se preferisci) per aiutarci ad aggiungere tasselli al nostro monitoraggio. Chiediamo solo che ogni informazione sia corroborata da una fonte.

I numeri dell'edilizia convenzionata / social housing a Venezia 2000 - 2019

Numerose dichiarazioni negli anni annunciano “convenzioni” miracolose che potranno dare case a migliaia di nucleo familiari veneziani. Ricordiamone alcune:

Ignorando queste dichiarazioni prive di concretezza, abbiamo individuato 13 progetti specifici, relativi alla sola Venezia insulare che negli ultimi 20 anni sono apparsi a più riprese tra gli annunci delle varie Giunte che si sono susseguite. Anche solo focalizzandoci su queste promesse vagamente meno astratti delle precedenti dichiarazioni miracolose, i numeri raccontano da sè il fallimento di tali tentativi.

Edilizia convenzionata a Venezia 2000 - 2020: il divario tra promesse e realizzazioni

196
alloggi assegnati
(20% sul totale annunciati)

800+
alloggi annunciati e mai realizzati
(80% sul totale annunciati)

€41.800.000
finanziamenti pubblici stimati
scopri sotto come aiutarci nel monitoraggio

I dati di questa pagina monitorano esclusivamente i progetti riferiti a Venezia insulare (Sestieri, Giudecca e Sacca Fisola, Murano e Burano). Dati aggiornati al: 2020-03-04

La precedente tabella già da sè è indicativa del divario tra quanto promesso e quanto realizzato: in 20 anni, dei 13 progetti monitorati, solo in 3 casi il progetto è giunto all'effettiva assegnazione di alloggi a prezzi calmierati e in un caso (la Caserma Manin) dal progetto realizzato sono spariti tutti gli alloggi previsti dalla convenzione stipulata. Anche nei 3 casi in cui gli alloggi sono stati consegnati, non si può sempre parlare davvero di successo. Per esempio, per l'area Junghans, ci sono voluti 18 anni e €11,6 milioni di contributi pubblici per passare dall'annuncio del concorso alla consegna delle case. Nella convenzione iniziale inoltre erano previsti 137 appartamenti in vendita e 37 in locazione a prezzi convenzionati. Dei primi, solo 80 sono stati effettivamente venduti al prezzo concordato. Quelli in locazione sono invece scoparsi del tutto.

Attraverso la seguente mappa puoi approfondire la storia di ciascuno dei progetti oggetto del nostro monitoraggio.

✼ Normativa di riferimento

L’edilizia residenziale sociale, nota come social housing, è regolamentata, in Italia, dal DL 25 giugno 2008, n. 112, noto come “Piano Casa” con sui si tentava di rispondere all’emergenza abitativa accentuata dalla crisi economica del 2008 e, nello specifico, a quella cosiddetta “zona grigia” composta soprattutto da nuclei familiari a basso reddito, anche mono-parentali o mono-reddito.
  • D.L. 25 giugno 2008 art. 11 – Piano Casa
    Prevede l’utilizzo di fondi immobiliari chiusi come strumento attuativo del Piano. Individua le categorie sociali svantaggiate cui è destinata l’offerta di alloggi sociali
  • D.M. 22 aprile 2008 – Definizione di Alloggio Sociale
    Sono alloggi sociali le case e i servizi destinati a individui e nuclei familiari svantaggiati che non sono in grado di accedere ad alloggi nel libero mercato. Rientrano in tale definizione gli alloggi realizzati o recuperati da operatori pubblici e privati, anche con il ricorso ad agevolazioni e contributi pubblici, destinati alla locazione temporanea per almeno otto anni ai canoni concordati e anche alla proprietà a prezzi convenzionati (ambito dell’edilizia privata sociale).

Form per contribuire al monitoraggio